Comunità Felice

Cambia il Mondo” ha lo scopo di creare una comunità di persone che vivano la vita in modo sicuramente più felice e sereno.
Il mondo di oggi è molto frenetico e disfunzionale: tra disparità sociali, una cultura con sempre meno ideali, famiglie disgregate, modalità “particolari” di trascorrere il tempo insieme, rispetto verso l’altro ai minimi storici e parecchie altre cose negative. Io posso vederle con occhi sempre più consapevoli.

Tutte queste cose riescono a vederle in tanti, puoi testimoniare anche tu.

Ma anche tante persone a cui non fa comodo vedere, e su questa decadenza ci vivono, ingrassando e sperperando sulle sofferenze altrui. Fondamentalmente noi vorremmo prendere le distanze da questo tipo di persona, forse non avrà mai voglia di una crescita interiore, questo non lo sappiamo ma abbiamo imparato a riconoscere (con il beneficio del dubbio) il tipo di personalità.

Altre persone poi non riescono ad avere un quadro completo della propria esistenza. Sentono sulla propria persona che qualcosa non va e non sono appagati, ma hanno ancora un grande percorso di crescita interiore da fare. Questo purtroppo non è subito compatibile con la comunità “Cambia il Mondo”, ma c’è spazio per tutti, anche per loro dopo un certo percorso. Abbiamo una grande soluzione per questo!

Ci sarà una vera e propria formazione, una scuola. Per grandi e per bambini. Servirà per l’ingresso e poi per la permanenza alla comunità “Cambia il Mondo”, per non dimenticare mai i valori che ci muovono, per migliorarci e per permettere l’ingresso a chi ancora non è riuscito a trovare quella scintilla che brilla in ognuno di noi ed a mettere da parte definitivamente alcune cose che non sarebbero utili per l’intera comunità che ci siamo messi in testa di creare.

 

La tentazione è dietro l’angolo, lo sappiamo tutti molto bene, ma in un luogo dove vorremmo essere “tutti uguali”, le cose possono prendere una piega diversa.

Anzi: proprio perchè siamo consapevoli che non siamo tutti uguali, vorremmo dare un senso di eguaglianza civile e di diritto, accarezzando e valorizzando le diversità di ognuno di noi. E questo si può fare rispettando alcuni comportamenti più che leggi, per quelle ci pensa lo Stato.

 

Con questa associazione vorremmo mettere insieme una comunità di persone, prima online (con articoli, contributi, idee e tanti altri contributi incredibili) per poi mettere insieme questa comunità fisicamente.

 

Creare una realtà alternativa incentrata attorno alla persona, all’arte, creatività, all’aiuto reciproco, al sostegno e al poter realizzare insieme piccoli e grandi progetti.

Una comunità di persone che vivono assieme o condividano più tempo possibile vivendo in modo sereno, stare insieme, aiutarsi e tutto ciò possa esserci di bello nella vita. Ma mai nuocere al prossimo.

Una vita in cui gli oggetti ed i beni privati abbiano la loro utilità nello svolgere della vita quotidiana e delle attività sociali, artistiche e ricreative. Un valore oggettivo. La vita non sono oggetti da rincorrere, così la pensiamo.

Una vita sana, in cui si è attenti alla cura della propria persona, alle abitudini ed allo stile di vita, in cui tutti si danno una mano ed in cui si utilizza ovviamente la medicina ufficiale per le eventuali patologie dei membri della comunità. Supportati da un gruppo di professionisti preparati e formati costantemente e che in casi gravi sappiano indirizzare nel modo migliore.

No, non è utopia, è buon senso unito ad ingegno e costanza e aiuto reciproco.

Questa comunità non vuole assolutamente essere o assomigliare ad una setta. Tutti possono esprimere le proprie ideologie senza nuocere agli altri.

Chi ne fa parte può decidere quanto tempo passarci ma ci sono due cose imprescindibili per chi è membro permanente:
La auto formazione interiore ed il lavoro nella comunità.

Per formazione intendiamo un percorso quotidiano in cui si apprendano e rafforzino le principali regole dello statuto interno che tutti, in piena libertà, firmeranno e a cui terranno fede ogni singolo giorno.

Si tratta di regole di convivenza, rispetto, di dare il proprio contributo e di poter godere dei frutti della partecipazione di tutti i membri. Proprio come dovrebbe essere in una famiglia funzionale ai propri scopi.

 

Qui non si parla di utopia. Un percorso sicuramente difficile, ma non impossibile. Questo dipende da te, da noi tutti e dalla comprensione della visione della comunità “Cambia il Mondo”.

 

Purtroppo ci sono persone che devono fare un grande lavoro interiore, non riuscirebbero altrimenti a vivere in tale comunità.

Il mondo in cui viviamo potrebbe essere migliore di un tempo e sotto molti aspetti lo è, ma ha delle falle e la società sta andando troppo veloce rispetto a quanto i singoli individui possano riuscire a convivere insieme in pace e serenità. Inoltre troppe cose non funzionano, abbiamo corso troppo sotto alcuni aspetti, e gruppi di pochi elementi dettano le regole. Nonostante questo spesso regna il caos o barriere assurde per altri tipi di questioni.

 

Non c’è la giusta collaborazione e la cultura ci spinge sempre più alla singolarità dell’individuo. Insomma, potremmo utilizzare la frase “Siamo tutti un po’ soli” e per alcuni anche peggio.

 

Frase che filosoficamente potrebbe essere vera, ma allo stato dei fatti potrebbe essere mitigata e poi sradicata da una vera e sincera cooperazione tra di noi. Ma basta con le classi sociali.

 

Non esisteranno “inetti” nella nostra comunità, perché sapremo come affrontare il problema e come fare in modo di non farci governare da nessuno. Sì devi capirlo, questo noi riusciremo a farlo, ma ci serve l’aiuto delle persone consapevoli come te.

Parliamo ora della famiglia:

Un tempo le coppie tendevano a restare assieme in ogni caso. Personalmente vedo che se avessimo un aiuto, persone che ci amano e che ci siano vicine, potrebbero aiutarci ed evitare la maggior parte delle separazioni. Il concetto di famiglia, e soprattutto per i figli, è fondamentale per una loro crescita sana. Inoltre i bambini hanno bisogno del supporto di una comunità, cosa che non accade o per lo meno accade in modo disfunzionale o occasionale o senza una vera passione in chi lo svolge. A volte ci sono troppi interessi economici, anche in questo.

Non vogliamo certo abolire il denaro o creare una comunità alienata e al di fuori del mondo come oggi lo conosciamo, ma vorremmo mettere assieme persone con ideali comuni (Presenti nello statuto della comunità) e perseguire questi scopi, dove il denaro non è al centro degli interessi delle persone, ma serve alla crescita ed allo sviluppo di tale comunità. Più avanti approfondiremo la parte economica. E’ un passaggio molto importante, ma ci sono parecchie soluzioni integrate parallelamente tra di loro.

 

Sono parecchi anni che parlando con amici, conoscenti e parenti tutti mi dicono sarebbero felici di vivere in un mondo migliore, che non hanno mai tempo per loro, che questo non va, questo non funziona, etc.. allora perchè non informare le persone che se nessuno ha interessi economici all’interno di una comunità, questa può vivere in modo felice ed organizzato, parliamo di grandi numeri però.

Non possiamo pensare di fare una comunità di 100 / 200 persone. Dobbiamo mirare un po più in alto e la tecnologia ci viene in aiuto. Grazie al web possiamo far conoscere i nostri ideali, le nostre regole di convivenza, i nostri obiettivi ad un grande numero di persone ed organizzarci di conseguenza.

 

Ci servono talenti, lavoratori, esperti, artisti, istruttori, professionisti, mamme, papà e bambini… insomma tutto ciò che già abbiamo intorno a noi, ma persone mosse da un’idea comune; pronti a fare un grande passo ma che darà uno scopo all’unica vita che abbiamo, almeno questo è il pensiero di molte più persone che tu puoi immaginare.

L’errore è insito nell’essere umano, ma la possibilità di vivere in un luogo dove questi errori non sono accettati può tirare fuori il meglio di tante persone, ripeto: non è per tutti, ma per moltissimi!

Dovranno per forza di cose esserci persone selezionate che vigileranno su questo, e chi mette in atto pratiche disfunzionali per la comunità potrà seguire corsi supplementari per non dover abbandonare la comunità. Una vera e propria istruzione allo stare insieme come scrivevo sopra.

 

Le persone che “vigileranno” saranno sottoposte a rigidi esami (periodici) da un preparatissimo team di professionisti selezionati proprio per questo, per trovare personalità “illuminate”, che non avranno mai alcun beneficio nell’aiutare i singoli a rispettare le regole che la comunità si è data. Aiuteranno a capire quando intervenire per poter dare una seconda opportunità, come dicevo, tramite una vera e propria formazione, personale ed in gruppo.

Un gruppo di “studenti” che non finirà mai di imparare e crescere, perchè questo sarà esteso a tutti i componenti della comunità, ogni giorno ed in base alle personali esigenze.

 

Qualcuno potrebbe pensare che tutto questo sia utopia, ma pensaci bene, dobbiamo solo stare insieme e poter dare libero sfogo a quella che è la nostra vera personalità, alle nostre emozioni positive, sapendo che un’intera comunità verrà in nostro aiuto ogni volta che ce ne sarà bisogno.

 

Oggi invece siamo letteralmente lasciati a noi stessi, anche nei migliori dei casi.

Noi pensiamo che non sia la strada giusta per la serenità dell’intera comunità. Questo sistema attuale ha tante falle e noi crediamo di avere le idee per fare qualcosa di nuovo, è un percorso che va fatto tutti assieme e noi crediamo fermamente che sia realizzabile.

 

Continua a seguirci ed organizzati con noi grazie alle sezioni del sito dedicate per questo ambizioso progetto, ma che ti promettiamo che soprattutto grazie a te riusciremo a realizzare.

Il progetto sarà realizzato in quattro fasi.

 

  • La prima vedrà sorgere la comunità. Potrai tesserarti ed aderire ufficialmente all’associazione culturale “Cambia il Mondo” ed inserirti nella categoria in cui più pensi di appartenere, nella sezione “Progetto Comunità Felice” / Candidati, ci saranno varie aree per candidarti, scegli una o più aree dove pensi di poter dare il tuo contributo. Poi segui il form ed inserisci i dati richiesti.

 

  • La seconda fase avrà una lista di possibili candidati, nella sezione “Progetto Comunità Felice” / Seconda fase, ci saranno i nomi (con il cognome abbreviato per la privacy) delle persone che vogliono far parte della nostra comunità e con affianco qualifiche e mansioni

 

  • La terza fase sarà di realizzazione. Non sarà presente subito in modo completo sul sito e sarà in continua evoluzione. Si terranno incontri ma anche call online, pagine di discussione.

    Tutto per venire incontro alle esigenze delle singole persone. Saranno resi noti i nomi in forma completa delle figure “di guida” della comunità “Progetto Comunità Felice” e chiunque potrà verificarne le competenze o parlare con loro.

 

  • A questo punto i “pionieri” della comunità saranno pronti per la fase realizzativa. Ci saranno aree apposite dove ci saranno tutti i piani economici e realizzativi dell’intera comunità. Insomma si getteranno i primi pilastri per un qualcosa di incredibile che potrebbe cambiare la vita di molte persone. Tutto sarà presente sul sito in modo molto chiaro, trasparente e le adesioni saranno rese davvero semplici.

 

Ti stai chiedendo se tutto questo potrà mai accadere? Chiedilo a te stesso ed otterrai la risposta. Chi crederà davvero nelle proprie capacità e nella voglia concreta di cambiare in meglio la propria vita avrà la risposta.

 

Nel frattempo dai il tuo contributo al sito, che è la rappresentazione dell’associazione culturale “Progetto Comunità Felice” che ha deciso di iniziare il suo percorso sul web e farsi conoscere tramite questo canale di comunicazione. Per qualcuno potrà sembrare dispersivo o si potrebbe arrivare ad un “nulla di fatto” ma ti assicuriamo che non è così, abbiamo un buon piano per andare avanti fino alla quarta fase del progetto.

 

E’ molto importante inizialmente che tu possa navigare nel sito e dire la tua, scrivere, partecipare, commentare. Insieme troveremo le giuste persone e la comunità potrà iniziare il suo lungo cammino con grande forza grazie alle tue azioni ed i contributi personali.